VIOLA TRA LE VIOLE di Lee Ann Keats

Viola tra le viole
Titolo: Viola tra le viole
Categorie:
Genere:
Editore:
Pubblicazione: 14/12/2017
Esiste un tempo in cui i sogni diventano realtà e dove la magia può donarci l'amore. Esiste un tempo dove i fiori ci parlano e ci conducono tra le braccia di chi amiamo. Viola vive tra le viole, tra la magia e l'amore. Viola crede in un sogno Viola esiste!

Racconto molto breve, ma davvero carino e scritto in modo accattivante.

Si può, attraverso queste poche pagine, assaporare il profumo dei fiori e immedesimarci nella delicatezza della piccola Viola che si sorprende ad arrossire di fronte ad un ragazzo troppo grande per lei. Alexander, un amore che si trasformerà nel più grande amore della sua vita: la scrittura.

Alexander, la spronerà a fare ciò che la aggrada di più, leggere e scrivere e man mano, con gli anni capirà il motivo.

Racconto abientato a Torino, dove avverrà anche il matrimonio del fratello di Alexander.


Viola ama da sempre i libri e i fiori, ne conosce i segreti, grazie anche al lavoro che svolge suo padre. Adora il loro profumo, conosce il loro significato, figlia di un giardiniere, che lavora da anni a casa Bennett curando per la signora Bennett  tutto il suo giardino.

Lei, troppo rigida e priva di empatia e due figli con un età ed estrazione sociale troppo diversa da lei sono ciò che Viola deve vivere a distanza, nascosta spesso tra i cespugli.

Viola inizialmente, avrebbe voluto inserirsi in quella famiglia, assaporare una vita migliore e più agiata, ma ovviamente non era possibile e la vita la porterà altrove.

Delizioso il continuo rimando al significato dei fiori e al linguaggio che è celato dietro ad ogni colore.

Viola, protagonista di questo racconto delizioso e piacevole, si trova a fare i conti con la prima cotta e con tutti quei sentimenti che a quell’età sembrano davvero qualcosa di grossa portata.

La scrittura è fluida e delicata e di conseguenza la lettura risulta essere scorrevole e veloce. Da leggere e assaporare in poche ore.

Consigliato a chi predilige racconti veloci, magari in riva al mare

Precedente Non dire (niente) di Xabier Erkizia Successivo SONNO di Murakami Haruki

Commenta