L’Orribile KARMA colpisce ancora di David Safier

L'orribile karma colpisce ancora
Titolo: L'orribile karma colpisce ancora
Categorie:
Autore:
Numero di Pagine: 288
Pubblicazione: 2016
Marc e Daisy si trovano al cospetto di Buddha: poiché sono stati pessimi soggetti in vita, accumulando un karma tremendo e devono pagare per i loro vizi. Cosa meritano? Reincarnarsi nell'essere meno individualista e dotato di personalità della terra: la formica soldato.

DAVID SAFIER, nato nel 1966, è uno degli autori più divertente che io abbia letto negli ultimi anni. È stato assolutamente geniale a trattare un argomento così complesso, come quello del karma, con una naturalezza del genere. Mi ha fatto ridere di cuore ed in più di una occasione mi sono soffermata a riflettere balzando ad ogni particolare. Questa piccola creatura, che vi consiglio di leggere, è apparentemente ironica, ma sotto sotto fa riflettere sul senso della vita. Nonostante le riflessioni non è comunque una lettura pesante o complicata.

David Safier (autore che non conoscevo prima, ma devo rimediare) ha saputo descrivere le incredibili trasformazioni della protagonista con tanta cruda realtà, ma anche con tanta leggerezza e tatto.

 

“…qual è l’errore più grande di cui si lamentano le persone sul letto di morte?”
“Scoprire di non aver vissuto.”

 

La storia narra di una donna di nome Daisy, un'aspirante attrice senza talento che passa il tempo a bere, fumare e rubare soldi e fidanzati. Non sa cosa fare del suo tempo e del suo futuro, fino al giorno in cui il suo agente la chiama per offrirle una parte nel nuovo film di James Bond!

La sconclusionata ragazza si prepara in cinque minuti, per arrivare sul posto truffa un povero taxista e, coperta solo da una tutina nera di latex, si fionda sul set.
Dove combina il peggior pasticcio della sua già incasinatissima vita, e proprio ai danni dell'arrogante star hollywoodiana che interpreta 007: il bellissimo e biondissimo, Marc Barton.
E siccome non c'è limite al peggio, il karma ci mette del suo. Daisy cerca di rimediare infilandosi nella sua auto rombante. Provocando, però, un incidente di rara e fatale spettacolarità.

 

Una volta morti, i due si trovano al cospetto di Buddha: poiché sono stati pessimi soggetti in vita, accumulando un karma tremendo, devono pagare per i loro vizi.
Reincarnandosi nell'essere meno individualista e dotato di personalità della terra: la formica soldato.

 

Iniziano così le peripezie di Daisy e Marc, che desiderano con tutte le loro forze tornare umani. E per farlo dovranno sforzarsi di essere migliori di prima e dovranno dimostrare di essere maturi e saggi.
Divertente e scoppiettante, due aggettivi da rifilare al romanzo di Safier. Esso riprende il meritato successo de L'orribile Karma della Formica (che devo ancora recuperare).

 

Lo scrittore, racconta con molta leggerezza le vicende che si susseguono con un linguaggio semplice e scorrevole che rende il libro adatto a una lettura che non annoia e non stufa. Porta invece il lettore a riflettere su quello che realmente ci aspetta dopo la morte, perché se davvero si ha il modo di rimediare agli errori fatti nella nostra vita da umani, la morte in sé, fa un po’ meno paura.

La storia è molto originale e ben costruita con una morale celata che ricorda tanto le favole che raccontiamo ai più piccini.

 

L'autore sceglie di descrivere due personaggi molto differenti tra loro e proprio la loro vicinanza fa sorridere e riflettere per la lezione di vita che gli riserva.

Il personaggio di Daisy, può riuscire quasi fastidioso con quella sua mancanza di rispetto nei confronti dei suoi amici e di sé stessa, mentre il personaggio di Burton rappresenta una di quelle persone che, io eviterei, a causa della sua arroganza e vanità. Entrambi però si fanno apprezzare col tempo, più si sa di loro e delle loro vite più ci si innamora dei loro personaggi. Questo succede anche perché raccontandosi capiranno in cosa hanno sbagliato e come possono rimediare aiutandosi a vicenda e migliorando il loro karma.

Lasciatevi stupire da questo libro! E sono certa che, la prossima volta, prima di calpestare una formica ci penserete mooolte volte...

Precedente SORPRENDIMI di Sophie Kinsella Successivo Lo ZEN e il tiro con l'ARCO

Commenta