LA RAGAZZA DEL TRENO di Paula Hawkins

La ragazza del treno
Titolo: La ragazza del treno
Categorie:
Genere:
Editore:
Numero di Pagine: 378
Pubblicazione: 23/06/2015
Rachel ogni mattina prende lo stesso treno per lavoro. Seduta accanto al finestrino, ogni giorno, può osservare, senza esser vista, le case e le strade che scorrono fuori e cosa vedrà di strano?

Con questo romanzo, Paula Hawkins ci regala un lavoro di primissimo piano, una trama ben orchestrata e avvincente che, proprio come un treno, parte lentamente per poi procedere in modo spedito sino a destinazione ignota.

Paula Hawkins ha lavorato quindici anni come giornalista prima di dedicarsi alla scrittura.

La ragazza del treno è il suo primo romanzo di genere thriller psicologico.

 

Il libro è ambientato a Londra. Parla di Rachel, una donna che ha divorziato dal marito dopo aver scoperto che lui la tradiva. Rachel è sola, alcolizzata ed è stata licenziata. Per nascondere la cosa continua ogni giorno ugualmente ad andare avanti e indietro in treno.

Lungo il percorso Rachel vede la sua vecchia casa, in cui il suo ex marito ora vive con la sua nuova famiglia; per distogliere le sue attenzioni finisce per concentrarsi su una casa non molto lontana, in cui vivono Megan e Scott, una coppia che agli occhi di Rachel è praticamente perfetta.

Un giorno Rachel scopre però che Megan tradisce Scott, e ci resta malissimo.

Il giorno seguente scopre che Megan è sparita, e lei finisce per essere coinvolta nelle indagini della polizia sulla scomparsa di Megan.

Rachel è un personaggio molto problematico: una donna depressa, solitaria, con seri problemi di alcolismo, che non accetta facilmente aiuti o consigli, ma soprattutto incapace di accettare la fine del proprio matrimonio tuffandosi in una personalissima indagine per scoprire cosa è successo a Megan.

Si legge molto bene e senza alcuna fatica, soprattutto, perché narrato da molti punti di vista e anche perché è reso avvincente dal fatto che non si sapeva mai quanta fiducia dare a quello che diceva Rachel, resa inaffidabile dalle quantità assurde di alcool che ingeriva.

Il romanzo diventa accattivante più avanti nelle pagine, qualche tratto l'ho trovato un pò confusionario, ma ha la capacità di solleticare la curiosità di chi legge spingendolo a risolvere egli stesso l'enigma.

Un buon thriller, leggero e che non annoia il lettore, con alcuni punti su cui si può riflettere in quanto non è particolarmente impegnativa come narrazione . I personaggi non sono tantissimi e ben delineati nella storia.

Credo sia uno di quei libri da leggere qualunque sia il tuo genere preferito.

MESSAGGIO TRASMESSO: non sempre “il giardino del vicino” è migliore del nostro, non sempre quella perfezione che vediamo negli altri esiste davvero.

Precedente SONNO di Murakami Haruki Successivo VICINO A TE NON HO PAURA di Nicholas Sparks

Commenta